ipertensione gatto

Ipertensione nel gatto: perché monitorarla?

La pressione arteriosa nei nostri animali domestici viene spesso sottovalutata come parametro da controllare. In questo articolo ti spiego perché è importante e come si misura.

Indice dell'articolo

Pressione sistemica: perché è importante misurarla?

La misurazione e controllo della pressione arteriosa nei nostri animali domestici è importante tanto quanto lo è per noi.

Un suo aumento per lungo tempo, infatti, se non individuato e trattato può portare danni a livello di vari organi.

In particolare può creare problemi a livello:

  • oculare – fino alla cecità nei casi più gravi 
  • renale
  • cardiaco 
  • cerebrale

Cause di ipertensione nel cane e gatto

Individuare una pressione aumentata può essere un campanello d’allarme in quanto raramente si tratta di una condizione primaria nei nostri pazienti ma più spesso è un sintomo di una patologia sottostante.

ipertensione gatto problemi oculari

Nei pazienti renali, in particolare, è di fondamentale importanza la valutazione e il monitoraggio della pressione sistemica in quanto

l’ipertensione essa stessa a fattore di aggravamento e progressione della malattia renale

Come misurare la pressione arteriosa

Nella pratica clinica ci sono varie modalità per valutazione della pressione.

Uno dei metodi meno invasivi e probabilmente più utilizzati è quello oscillometrico.

Questo prevede l’utilizzo di uno sfigmomanometro simile a quello utilizzato in medicina umana che, attraverso l‘utilizzo di manicotti gonfiabili di misure differenti, si adatta alla grande variabilità di taglia che caratterizza i nostri pazienti.

Il manicotto può essere applicato:

  • a livello dell’arto anteriore
  • arto posteriore
  • alla base della coda.

Nel gatto, la coda è la sede preferenziale.
Generalmente, infatti, è maggiormente tollerato e può essere applicato sia con il paziente in stazione quadrupedale che seduto o disteso.

Accortezze durante la misurazione

Un fattore molto importante da prendere in considerazione durante la valutazione della pressione è chiaramente l’emotività del soggetto.

Per questo motivo è fondamentale che il paziente, prima della valutazione della pressione, venga fatto familiarizzare con l’ambiente o, nel caso del gatto si può valutare la pressione direttamente all’interno del trasportino.

Quando misurare la pressione arteriosa?

La misurazione è una pratica estremamente poco invasiva e per nulla dolorosa.
Per questo motivo è indicato misurarla almeno una volta all’anno sia nel cane che nel gatto e, con maggior frequenza, in caso il tuo animale:

  • soffra di patologia renale
  • soffre di patologia cardiaca 
  • sia anziano
  • sia sovrappeso.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI