Patologie congenite renali

Patologie giovanili renali del cane

La patologia renale cronica può avere cause congenite ed ereditarie come la Patologia renale che colpisce i cani Boxer. Scopriamo qui quali potrebbero essere.

Indice dell'articolo

Malattie renali nel cane giovane.

La malattia renale cronica (Chronic Kidney Disease o CKD) può evolvere per diverse cause:

  • cause congenite – presenti alla nascita
  • ereditarie – geneticamente derivate
  • familiari – un tratto presente in un gruppo di cani imparentati

con particolare predisposizione di alcune razze.

Negli animali giovani, la malattia renale è spesso considerata congenita in quanto mancano valutazioni cliniche a lungo termine.

Lo sviluppo di lesioni, consistenti con lo stato di malattia renale allo stadio terminale (rene a stadio finale o end-stage kidney) si può sviluppare già in cuccioli di 60 giorni.

Congenito o ereditario: facciamo chiarezza.

Le malattie renali congenite sono, per definizione, presenti alla nascita.

Le patologie ereditarie sono congenite (il gene collegato all’anomalia è presente fin dalla nascita), anche in caso di diagnosi in stadio avanzato della vita.

Va inoltre sottolineato che le alterazioni congenite non sono necessariamente di natura ereditaria, infatti lo sviluppo normale di un organo può andare incontro a deviazioni durante la gestazione o la prima fase di sviluppo neonatale per vari motivi, non per forza di tipo ereditario.

Cionondimeno le malattie renali congenite più importanti riguardano situazioni patologiche riconosciute essere genetiche o sospettate di avere una natura ereditaria in quanto la ricorrenza del problema è strettamente collegata a morfologie tipiche di famiglia o razza.

Malattie renali a predisposizione familiari nel cane

La patogenesi precisa ed il difetto genetico sono state identificate solamente in un piccolo numero di queste malattie.
Ciò non toglie che il rapido sviluppo delle conoscenze in campo genetico canino possa accelerare la conoscenza al riguardo.

Le nefropatie familiari vengono suddivise in vari gruppi. Tra le più frequenti troviamo la displasia renale, glomerulopatie primarie, reni policistici, amiloidosi, glomerulonefriti e altre di varia natura.

Displasia renale

Colpisce in particolare le razze:

  • Lhasa Apso
  • Shih Tzu
  • Barbone standard
  • Soft Coathed Wheaten Terrier
  • Chow Chow
  • Alaskan Malamute
  • Miniature Schnauzer
  • Cane Olandese Kooiker (Dutch Decoy)

Comparsa dei sintomi: 3mesi a 3anni (1 anno in media)

Glomerulopatie primarie

Colpisce in particolare le razze:

  • Samoiedo consanguinei e Navasota consanguinei (cromosoma X-associato)
  • Cocker Spaniel inglese (autosomica recessiva)
  • Bull terrier (autosomica dominante)
  • Dalmata (autosomica dominante)
  • Doberman
  • Bullmastiff
  • Terranova
  • Rottweiler
  • Pembroke Welsh Corgi
  • Beagle

Comparsa dei sintomi

I sintomi compaiono avanti nell’età, anche 7-8anni.

  • Riduzione dell’appetito
  • anoressia
  • scarsa crescita
  • perdita di peso
  • poliuria/polidipsia (PU/PD)
  • vomito
  • Alitosi
  • ulcere sulla mucosa gengivale
  • diarrea.

Reni policistici

Colpisce in particolare le razze:

  • Bull terrier (autosomica dominante)
  • Cairn Terrier
  • West Highland White Terrier (autosomica recessiva)

Comparsa dei sintomi:

La maggioranza delle patologie renali familiari si manifestano più avanti nel tempo

Si può avere:

  • ingrossamento degli organi
  • Ematuria
  • disuria
  • dolore addominale.
  • Teleangectasia dei cani Pembroke Welsh Corgi
  • Ematuria nei pastori tedeschi con cistadenocarcinoma multifocale renale

Amiloidosi

Colpisce in particolare le razze:

  • Shar-Pej
  • English Foxhound
  • Beagle

Comparsa dei sintomi

I sintomi compaiono avanti nell’età, anche 7-8anni.

  • Riduzione dell’appetito
  • anoressia
  • scarsa crescita
  • perdita di peso
  • poliuria/polidipsia (PU/PD)
  • vomito
  • Alitosi
  • ulcere sulla mucosa gengivale
  • diarrea.

Glomerulonefriti

Colpisce in particolare le razze:

  • Soft Coated Wheaten Terrier
  • Cane Bernese da Montagna (sospetta autosomica recessiva)
  • Brittany Spaniel (autosomica recessiva)

Comparsa dei sintomi: 

I sintomi compaiono avanti nell’età, anche 7-8anni.

  • Riduzione dell’appetito
  • anoressia
  • scarsa crescita
  • perdita di peso
  • poliuria/polidipsia (PU/PD)
  • vomito
  • Alitosi
  • ulcere sulla mucosa gengivale
  • diarrea.

Altre razze con predisposizione a patologie renali

  • Boxer – nefropatia da reflusso con ipoplasia segmentale
  • Basenji – sindrome di Fanconi
  • Pastore Tedesco – adenocarcinoma cistico ( autosomica dominante)
  • Pembroke Welsh Corgi – teleangectasia.

(da: George Lees, Texas University, 2010)

Nefropatie giovanili del Boxer

Valutando la letteratura scientifica, nei cani di razza Boxer è stata documentata la presenza di nefropatia giovanile associata a caratteristiche istopatolgiche di displasia renale in un caso (Peeters et al 2000) ed in due cuccioli della stessa cucciolata (Hoppe, Karlstam 2000).

Per quanto riguarda recenti studi sul Boxer, in letteratura sono presenti solamente due significativi studi.

Nel primo lavoro (Chandler ed altri 2007) sono state valutate retrospettivamente le cartelle cliniche di 37 Boxer, con meno di cinque anni di età che hanno manifestato azotemia (elevati valori di urea e creatinina), iperfosfatemia, anemia, isostenuria (urine diluite o a basso peso specifico)e proteinuria.

Le indagini ecografiche hanno rivelato corticali iperecogene, perdita di distinzione della giunzione cortico-midollare, bacinetti renali dilatati e reni di aspetto piccolo e margini irregolari.

Le indagini istopastologiche effettuate sempre su questo gruppo sono state caratterizzate da fibrosi pericapsulare ed interstiziale, infiltrazione di cellule infiammatorie, tubuli dilatati, glomeruli sclerotici e calcificazioni distrofiche.

Nel secondo lavoro (Kolbjørnsen ed altri 2008) sono stati valutati retrospettivamente, da un punto di vista morfologico, 7 giovani Boxer con lesioni renali di stadio terminale compatibili con pielonefrite cronica con severa atrofia e fibrosi corticale associate a vari gradi di infiammazione cronica tubulo interstiziale.

Sulla base di queste valutazioni morfologiche è stata ipotizzata dagli autori che la causa del danno renale a stadio terminale era una pielonefrite cronica, atrofica e non ostruttiva, molto probabilmente dovuta a reflusso vescico-ureterale, con un quadro simile alla Nefropatia da Riflusso con Ipoplasia Segmentale dell’uomo ( Rene di Ask-Upmark).

Questo tipo di valutazione ha indotto ad interpretare l’epitelio tubulare atipico delle cellule dei dotti collettori in forma di proliferazione adenomatosa, non a sviluppo disorganizzato metanefrico, ma ad una lesione compensatoria acquisita.

La nostra esperienza, pubblicata in un recente studio che analizza i reperti clinici e bioptici renali in 17 boxer di varia età, induce a pensare che forse l’eziologia non è così chiara.

Otto boxer presentavano lesioni renali associabili a nefropatia giovanile, a seguito del riscontro di glomeruli immaturi (fetali), aumento della cellularità e della matrice mesangiale, glomerulo sclerosi, fibrosi interstiziale ed atrofia tubulare.

Non sono stati riscontrati immunodepositi, per cui si può escludere la causa immunomediata della patologia.

L’aspetto più significativo era rappresentato dall’elevato numero di atrofia glomerulare cistica, nonché l’alterata morfologia dei glomeruli, caratterizzata da evidente ipertrofia dei podociti e divisioni della capsula di Bowman con sinechie multiple.

Pertanto la nefropatia giovanile del Boxer non ha ancora una sua classificazione patologica ben definita, e non può essere classificata come displasia renale.

Studi scientifici sono in corso e sarà necessaria ulteriore documentazione per la corretta classificazione della malattia.

Sarà estremamente importante la collaborazione fra ricercatori e proprietari di cani boxer nonché degli allevatori.

Come individuare precocemente la nefropatia giovanile del Boxer.

Esistono dei segni particolari che possono essere notati. Tra questi notiamo:

  • Cuccioli che non crescono come i fratelli
  • Diminuzione della crescita ad una certa età
  • Pelo opaco
  • Scarsa attività
  • Il cucciolo beve ed urina molto (poliuria-polidipsiao PU-PD)

Quali indagini chiedere al veterinario

È importante richiedere le giuste indagini al proprio medico:

  • Esame delle urine con valutazione della proteinuria, in particolare il rapporto proteine/creatinina urinarie (PU/CU)
  • della eventuale presenza di infezione alle vie urinarie
  • Esame del sangue per eventuale riscontro di azotemia
  • Ecografia renale per valutare la morfologia dei reni

Come confermare la diagnosi?

Attualmente la diagnosi è confermabile solo con la biopsia renale.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI