PASSAPORTO PER IL CANE COSA BISOGNA FARE

Passaporto per cani e gatti

Siamo d'accordo: viaggiare con il nostro animale è il piacere più grande. Ma sai quali sono i documenti che devi fare per poter girare in sicurezza e senza incorrere in sanzioni? Leggi l'articolo che te lo spieghiamo.

Indice dell'articolo

Viaggi all’estero con il cane

Se viaggi all’estero, gli animali che viaggiano con te dovranno essere muniti di Passaporto.

Il passaporto in Italia è rilasciato dai servizi veterinari dell’azienda sanitaria locale su richiesta del proprietario, presso tutti gli sportelli abilitati all’anagrafe canina di tutte le ATS.

Microchip obbligatorio

Il cane o il gatto per cui si richiede il passaporto deve avere il microchip.
E’ necessario portare con sé, all’appuntamento per il rilascio del passaporto:

  • il cane o il gatto (deve essere riconosciuto tramite microchip)
  • i documenti (carta d’identità e codice fiscale) 
  • visto che non accettano contanti, il bancomat (per evitare di effettuare il pagamento in posta).

Il costo per il rilascio del passaporto è di euro 20 circa

Vaccinazione contro la rabbia: è necessaria?

Bisogna dedicare particolare attenzione alla vaccinazione contro la rabbia.

L’antirabbica non è necessaria per il rilascio del passaporto, ma è tuttavia necessaria per l’espatrio.

Quindi si consiglia di effettuarla prima di richiedere il passaporto, almeno 21 giorni prima della partenza.

Da tener presente che i cuccioli possono essere vaccinati contro la rabbia non prima dei 3 mesi di età.

Alcuni Paesi invece richiedono anche la Titolazione anticorpale per la rabbia.

Si tratta di un esame specifico che mira a verificare (a un mese dalla vaccinazione antirabbica) il titolo degli anticorpi presenti nell’animale contro la rabbia.

Iil referto viene inviato dopo circa una ventina di giorni dal prelievo, quindi si consiglia d’informarsi per tempo!
Per questa procedura ci si può rivolgere direttamente alle strutture veterinarie BluVet.

Basta il passaporto per l’espatrio?

Da sottolineare che il passaporto può non essere sufficiente all’espatrio in quanto le legislazioni dei singoli Paesi esteri differiscono tra loro.

Normalmente, è sufficiente per i Paesi Europei, ma è meglio verificare chiedendo alle Ambasciate.

In ogni caso, è sempre necessario accompagnare il passaporto ad un Certificato di Buona salute, da stilare entro una settimana dalla partenza.

Il Certificato, previa visita clinica, viene rilasciato anche dalle strutture veterinarie.

In caso di viaggi verso Paesi Extraeuropei, consultate i siti delle Ambasciate, normalmente sono esaustivi e descrivono nel dettaglio quali documenti è necessario produrre per viaggiare.

Viaggiare in aereo o traghetto

cani in traghetto

In caso di viaggi in aereo o in traghetto in Italia, alcune compagnie di navigazione o aeree chiedono delle certificazioni (spesso di buona salute), ma è meglio informarsi prima per sapere se hanno richieste particolari per l’imbarco.

Indirizzi e recapiti telefonici per fare il passaporto cane e gatto in Regione Lombardia

Le prenotazioni sono effettuabili presso gli ambulatori dalle ore 9.00 alle ore 12.00 dal Lunedì al Venerdì.

Di seguito il link per le prenotazioni.

www.ats-milano.it/portale/Servizi-on-line/Prenotazioni-veterinarie

Pagamento con bancomat/carta di credito. Portare, oltre all’animale, il suo libretto sanitario, documenti e codice fiscale del/della proprietario/a.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI

come si diventa Vet Manager
Normative e protocolli

VetManager: chi è e come si diventa

Le conoscenze medico scientifiche oggi non sono più sufficienti per la gestione moderna di una struttura veterinaria.
Da qui la necessità di introdurre una nuova figura come il Vet Manager. Scopriamo il percorso della dott.ssa Laura Barbuio, Vet Manager della Clinica Veterinaria Lainate

Leggi Tutto »