gattino da svezzare clinica veterinaria centrale BLUVET

Come svezzare un gattino neonato?

Hai trovato un gattino piccolissimo e vuoi prendertene cura, ma non sai cosa fare? La mamma dei gattini non riesce ad allattare, oppure è venuta a mancare? Ecco le indicazioni per poter aiutare i gattini.

Indice dell'articolo

Gattino senza mamma: di cosa ha bisogno?

Riuscire a far crescere un gattino neonato senza mamma è un grande impegno che richiede cure amorevoli, pazienza e costanza.

L’allattamento della mamma nei primissimi giorni dopo il parto fornisce ai cuccioli, tramite il latte, tutti gli anticorpi di cui i piccoli hanno bisogno per i primi quaranta giorni di vita, anticorpi che verranno poi migliorati e aumentati con le vaccinazioni.

Senza mamma questo apporto fondamentale è assente se non con l’aiuto di una gatta “balia” disponibile ad accettare il piccolo nella sua cucciolata.
In caso contrario, può succedere che il gattino non riesca a sopravvivere.

In ogni caso è bene mettercela tutta senza perdersi d’animo e, se tutto andrà bene, la soddisfazione finale sarà immensa.

Cosa fare?

Il piccolo si allatta con un biberon per cuccioli ogni una o due ore, giorno e notte.
Si utilizza il latte artificiale specifico per lo svezzamento dei cuccioli che si acquista nei negozi per animali o in farmacia.

Gli altri tipi di latte non sono adatti in quanto sono troppo poveri di proteine, grassi e minerali ed inoltre possono creare gravi problemi intestinali, talvolta molto seri per un cucciolo così fragile.

Il latte artificiale si acquista in polvere e si diluisce con acqua tiepida seguendo le istruzioni indicate sul barattolo.
Per quanto impegnative queste attività, se seguite con attenzione, possono essere svolte con una certa facilità, ma non finisce qui.

Come sostituirsi alla mamma

L’impegno più arduo è quello di sostituirsi alla mamma anche per l’espletamento delle funzioni organiche ( feci, urine).

Infatti, la mamma mentre allatta lecca il piccolo per pulirlo e per stimolare la sua funzione intestinale.

Quindi con molta pazienza occorre prendere un piccolo batuffolo di cotone inumidito con acqua tiepida e massaggiare delicatamente la parte bassa dell’addome e sotto alla coda per aiutare il piccolo a fare i suoi bisogni, ogni volta che gli diamo da mangiare.

Quando e come iniziare lo svezzamento?

  • A venticinque giorni potremo iniziare a diluire nel latte un po’ di scatoletta per gattini cuccioli.
  • A trenta/trentacinque giorni possiamo abituarlo a mangiare nella ciotola una scatoletta morbida per cuccioli.
  • A quaranta giorni possiamo utilizzare tranquillamente anche croccantini specifici per cuccioli.

Se hai trovato un gattino, rivolgiti al centro BluVet più vicino a te per ricevere e dargli assistenza adeguata!!

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI