Cerca
Close this search box.
come scegliere il masticativo per cani

Masticativi per il cane: quali usare e quali no?

Il tuo cane adora masticare e tu sfrutti questa sua passione perché sai che anche da questa dipende la salute della sua bocca. Ma come scegliere i masticativi da offrirgli? Capiamolo insieme

Indice dell'articolo

La masticazione è un’attività molto importante per il cane.
Nonostante non sia direttamente collegata alla digestione ad esempio l’amilasi, enzima che aiuta nella digestione degli amidi è quasi del tutto assente nella saliva dei cani, al contrario di quella umana) ma si traduce in aiuto più meccanico, ovvero trasporto del cibo dalla cavità orale allo stomaco. la masticazione è un atto che ha importanti implicazioni sul comportamento e sulla salute fisica e mentale sia del cucciolo che del cane adulto.

Masticazione nel cucciolo: perché rosicchia tutto? 

Uno dei più grandi problemi del neoproprietario di un cucciolo risiede nella capacità distruttiva del piccolo che, verso i 4 mesi, inizia a masticare qualunque oggetto o superficie che si trova a incontrare.

Questo perché il pet esplora, con la bocca, il mondo esterno ed è proprio adesso che inizia a cambiare la dentizione che, da provvisoria, diventa definitiva.
Questa fase è molto importante per la futura salute dei denti, che dovrebbero essere regolarmente controllati durante le visite veterinarie di routine del cucciolo.

Ricordatevi però, che ciò non implica che il cucciolo debba “distruggervi casa”!

A cosa servono i masticativi per cani?

Nonostante non sia frequente vedere masticare il cane durante il pasto, soprattutto in soggetti particolarmente famelici che paiono aspirare il cibo più che prenderlo, anche nell’adulto questa attività esiste e deve essere stimolata.

Il cane adulto tende a masticare spontaneamente quando mangiucchia l’erba, quando si mette a giocare con un legnetto o con i suoi giochi, da ciò deduciamo che si tratta per loro di un comportamento del tutto basilare e fondamentale, prestando sempre particolare attenzione a cosa viene masticato ed eventualmente ingerito.

Masticazione e salute mentale del cane

Questo atto ha effetti fisiologici importanti:

  • stimolano la produzione di endorfine – ormoni che riducono lo stress, è una sostanza prodotta dal cervello e che riduce lo stress e aumenta uno stato di benessere che si generalizza
  • stimola la produzione di serotonina – un neurotrasmettitore che stimola il buon umore
  • abbassa i livelli di cortisolo – l’ormone dello stress
  • riduce il livello di adrenalina – ormone dell’eccitazione e stress.

Molti cani adulti masticano, succhiano i tessuti o si leccano compulsivamente. Una parte di questi comportamenti si presentano per cause genetiche, altre in casi di stress o situazioni che non riescono a gestire, ad esempio quando sono lasciati soli od in alcuni casi, quando provano dolore.

Ecco perché è importante consentire al cane di esercitare questa attività, fornendogli masticativi nel modo corretto, ad esempio fornendogli masticativi adeguati per età, stato fisiologico, dieta.

masticativi per cani perché fornirli

Masticazione e salute della bocca del cane

La masticazione, oltre che aiutare il cane a rilassarsi, ha un’importante influenza anche sulla salute della bocca
Le funzioni principali sono:

  • aiutare a rallentare la formazione del tartaro con una funzione meccanica
  • massaggiare le gengive migliorando il trofismo dei tessuti
  • rinforzare i tendini che mantengono in posizione i denti.

Attenzione però, perché non tutti i masticativi sono idonei per pulire i denti.

Cosa non dare da masticare al cane

Vediamo cosa non si deve dare:

  • palline da tennis – hanno una superficie fortemente abrasiva per il dente e se utilizzate regolarmente possono danneggiare lo smalto
  • legni che si scheggiano – pericolosi perché possono creare ferite anche gravi. (Ad esempio radici di caffè)
  • giochi di materiale troppo duro – lesionano la dentina
  • osso di pelle di bufalo – il materiale di queste ossa subiscono una lavorazione particolare che potrebbe essere dannosa per il cane
  • osso di prosciutto – molto salato, può provocare problemi gastroenterici
  • Ossa di pollo – rischiano, essendo cave, di creare lesioni dell’apparato digerente
  • Giochi di materiale troppo labile – poiché vi è il rischio di ingestione dei pezzi
  • Ossa in generale – si delineerà meglio nel capitolo successivo

Ossa come masticativo al cane: posso darle?

La risposta è, in linea di massima: no.
Attenzione, infatti, alle ossa sia cotte che crude.

Le ossa cotte sono pericolosissime: scheggiandosi possono provocare perforazioni perforazioni e lesioni all’apparato digerente a partire dalla cavità orale fino all’intestino ed occlusioni.

Le ossa crude sono anch’esse pericolose, soprattutto se somministrate a cani non abituati a mangiarle o senza consapevolezza da parte del proprietario.

Attenzione soprattutto a quelle di pollo o volatili, essendo cave, la probabilità che si rompano con punte acuminate è ancora più alta.

Se si somministrano ossa polpose, non portanti (le uniche consentite, come ad esempio, colli di tacchino e simili) sarà fondamentale che il cane sia abituato a mangiarle e sempre con grande parsimonia perché possono provocare gravi occlusioni intestinali.

Anche il ginocchio di bue non andrebbe dato, la polverizzazione dell’osso durante la masticazione provoca feci gessose secche che possono provocare occlusioni e problemi intestinali. 

Pane secco per togliere il tartaro: funziona?

Anche in questo caso no, non funziona.
Il pane secco, se somministrato per togliere il tartaro non ha alcuna efficacia, in quanto appena viene in contatto con la saliva si ammorbidisce e quindi non ha alcuna funzione abrasiva.

Dare come masticativo al proprio cane un alimento, per quanto duro per pulirgli i denti, è come per noi lavarli con una barretta al caramello: è dura e può aiutarmi perchè ha un’azione meccanica, ma sporcherà comunque il dente.
Se la funzione è quella di pulirli uno spazzolino offre un’azione meccanica utile senza vanificare il lavoro fatto.

Cosa dare da masticare al cane per gioco

I giochi per cani adatti per essere masticati sono diversi:

  • corde – anche fai da te con materiali di riciclo, 
  • giochi in gomma – attenzione sempre alla dimensione adatta alla bocca del cane, in modo che non possano essere inghiottiti

La funzione di rilassare il cane può essere raggiunta consentendo al cane di mordere e masticare qualcosa che gli dà soddisfazione, ma senza eccitarlo.
Questa attività può essere fatta sia dal cane adulto che dal cucciolo. Attenzione a non confondersi però.

Non si può pretendere di tenere tranquillo un cane solo facendolo masticare: bisogna interagire con lui, dargli le giuste attenzioni, regole e motivazioni per esserlo.

Quindi, se hai un cane che ritieni essere iperattivo e che ha comportamenti distruttivi, contatta un educatore/addestratore per un primo approccio, può aiutarti ad avere una gestione corretta del tuo pet e risolvere le prime difficoltà.

In caso di problemi comportamentali più seri, è il caso di sentire il veterinario comportamentalista e farlo valutare, potrete intraprendere un percorso riabilitativo per capire le motivazioni delle sue eventuali problematiche e dargli il giusto supporto.

masticativi enzimatici per cani
 Masticativi enzimatici per cani

Masticativi naturali per cani e cuccioli

Esistono molti prodotti che possono essere somministrati per la masticazione e che possono anche aiutare (grazie all’azione meccanica sul dente) a rinforzare i legamenti e agire con una lieve detersione.
Tra questi possiamo trovare:

  • finocchio, zucca o zucchina crudi a pezzi – aiutano ad aumentare il ph della bocca, grazie alle fibre e acqua presenti al loro interno. Attenzione alle dosi nei cani non abituati, potrebbero dare dissenteria;
  • cartilagini, trachee – la loro consistenza elastica aiuta a stimolare la masticazione e ha una lieve azione meccanica sulla placca (che comunque non riuscirà a essere eliminata).
    Possono anche essere fonte di nutrienti utili per le cartilagini articolari (come integrazioni) ma non sono calcolabili le quantità effettivamente assimilate;
  • snack essiccati – orecchie, nervo di bue, carne essiccata (ottimi perché naturali, ma attenzione alle dosi, perché contribuiscono all’apporto calorico della razione)
  • corno di cervo/muflone – ottimo perché naturale e ottenuto con metodi incruenti, lo puoi trovare in diverse dimensioni adatte a tutte le taglie ed età Attenzione sempre però, per l’eccitazione o per sbaglio potrebbe essere ingoiato, quindi essere sempre presenti quando lo si lascia al cane.

Tutti questi possono essere dati senza problemi, anche al cucciolo, chiedendo sempre le dosi e modalità al veterinario che valuterà il da farsi, soprattutto se seguono una dieta specifica.

Si può considerare masticativo anche il KONG, meno pratico ma molto utile per far sfogare il cane, sia cucciolo che adulto, in quanto se ben utilizzato dura a lungo.

Un masticativo molto venduto in commercio, ma che non espleta correttamente la propria funzione, è il legno di caffè o di olivo: non adatti a questo scopo in quanto si rompono con molta facilità e spesso vengono ingeriti, anche grazie al fatto di rompersi in piccoli pezzi abbastanza morbidi che rimangono facilmente attaccati alla cavità orale e quindi ingeriti, causando infiammazioni intestinali lievi o gravi ed in casi estremi occlusione.

Come scegliere il masticativo migliore per il proprio pet?

Sicuramente bisogna tenere in considerazione più fattori:

  • Utilizzo: passatempo, scaricare lo stress…
  • Appetibilità: utilizzare qualcosa che piace per aumentare la positività dell’approccio
  • Consistenza: durezza, densità, resistenza
  • Fattori dietetici: utilizzare qualcosa che il cane tollera e possa esser utilizzato senza creare alterazione all’approccio nutrizionale che segue. Parlane sempre prima con il veterinario

In caso di dubbi appoggiati sempre a dei professionisti!

In quali casi non è consigliabile l’uso di masticativi?

Nel caso in cui il cane soffra di gastrite si sconsiglia l’uso di masticativi come il corno di cervo/muflone poichè l’azione masticativa si può definire “a vuoto”, in quanto non viene ingerito nulla.

Questo può portare ad un aumento della secrezione dei succhi gastrici senza la reale azione di scindere le sostanze a livello dello stomaco, in un cane in salute non crea problemi, in cani che già manifestano problematiche gastriche non sono consigliati.

Fai sempre attenzione al potere distruttivo: masticare per sfogare lo stress aiuta, distruggere completamente il masticativo (di qualsiasi genere) e ingerirne i pezzi, soprattutto se si tratta di un gioco in gomma, corde e/o altro di non commestibile, non è più un aiuto, perché lo sta facendo nel modo sbagliato e diventa un pericolo!

Cosa funziona davvero per pulire i denti come masticativo?

Tutti i masticativi per cani che abbiamo indicato sono utili, ma la loro reale efficacia sulla funzione di igiene e pulizia dei denti, non può essere dimostrata.

Ecco perché è importante, insieme ai giochi e masticativi naturali dare dei prodotti che abbiano una reale efficacie per la salute dei denti.
Sono i cosiddetti masticativi enzimatici, oppure il classico spazzolino da denti.

Masticativi per cani come sceglierli
Masticativi per cani come sceglierli in base alla funzione

Masticativi enzimatici per cani

Questi stick hanno composizioni studiate e certificate per:

  • ridurre la carica batterica della bocca
  • ridurre la formazione di placca [2]
  • ridurre il sanguinamento gengivale [2]
  • migliorare l’alito del cane [1]
  • non contenere allergeni potenzialmente pericolosi per gran parte dei cani [2]
  • non contenere sostanze che possono aumentare l’incidenza di sintomi gastroenterici.

I masticativi enzimatici, se somministrati almeno un paio di volte al giorno, anche grazie alla particolare forma che consente di raggiungere la base del dente sono in grado di aiutare a mantenere sana la bocca del cane riducendo in modo importante la formazione della placca.

Masticativi e dentifricio per cani: ecco come prevenire le malattie dei denti del cane.

Oltre a fare controlli regolari e ablazione del tartaro, cioè la detartrasi (al pari delle persone), avere l’abitudine di fare una buona igiene orale del proprio pet è determinante nella prevenzione della malattia parodontale.

Infatti, mentre la masticazione di stick enzimatici è in grado di tenere puliti con maggior facilità i denti della parte posteriore della bocca, di solito difficilmente raggiungibili con lo spazzolino da parte del proprietario, non è altrettanto efficace per la pulizia dei denti frontali che, invece, possono essere meglio affrontabili con un una pezza intorno al dito, uno spazzolino o simili

In questa azione, l’uso di dentifrici enzimatici può essere un potente rafforzativo dell’azione preventiva.

Infine ricorda: i cani si sfogano di più masticando che correndo!

Con la collaborazione della dott.ssa Sara D’agostino

Bibliografia:
  1. Evaluation of breath freshening effect in dogs following chew administration: an open field trialCHALA VDVM*, CHAIX GDVM*, NAVARRO CDVM*, ESPUNA PhD+
  2. Comparison of a Vegetable-Based Dental Chewto 2 Other Chews for Oral Health PreventionJerzy Gawor, DVM, PhD, Dipl AVDC, Dipl EVDC1,Katarzyna Jodkowska, DVM, PhD2, Emilia Klim, DVM3,MichałJank, DVM, PhD4, and Celine S. Nicolas, DVM, PhD

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI

obesità cane e gatto
Alimentazione animale

Come posso far dimagrire il mio cane o gatto?

I nostri Animali domestici condividono buona parte della nostra vita: dormono con noi, mangiano con noi, guardano la TV sul divano con noi…
Siamo anche noi che scegliamo quale e quanto cibo possano assumere. Ecco perché siamo noi i responsabili del loro peso forma.
Se abbiamo ecceduto in qualche modo, vediamo come porvi rimedio.

Leggi Tutto »

Scopri i centri BluVet più vicini a te, che aderiscono all'iniziativa!

Per tutto il mese di Maggio, BluVet aderisce alla campagna di prevenzione e protezione contro i parassiti.

Scopri i centri BluVet più vicini a te che aderiscono all'iniziativa!

Per tutto il mese di Dicembre, BluVet aderisce alla campagna “Operazione  Denti Puliti”