ipotiroidismo cane

Ipotiroidismo nel cane: come si riconosce?

L'ipotiroidismo è una malattia piuttosto frequente nel cane. Leggi che soggetti colpisce, come si presenta e come si cura.

Indice dell'articolo

Che cos’è l’ipotiroidismo?

L’ipotiroidismo è una malattia del cane caratterizzata dalla diminuzione dell’attività della ghiandola tiroide, situata nel collo, che produce quantità insufficienti di ormone tiroideo.

Possono essere colpiti cani di ogni sesso e razza, più frequentemente i cani di taglia media e grande e in età adulta (4-7 anni).

Le cause

Le cause del malfunzionamento della ghiandola tiroide sono diverse e non ancora tutte chiarite.

In una minoranza di casi, il problema è dovuto a un tumore della ghiandola stessa, ma nella maggior parte, il malfunzionamento è la conseguenza di un’infiammazione e dell’atrofia di questa ghiandola.

Sintomi di ipotiroidismo nel cane

I disturbi associati all’ipotiroidismo variano molto a seconda dell’individuo colpito e dello stato di avanzamento della malattia.

I più comuni sono:

  • sovrappeso
  • minor tolleranza al freddo
  • maggiore lentezza 
  • letargia dell’animale.

Sono spesso presenti lesioni della pelle come

  • perdita di pelo (specie sulla canna nasale e sulla coda),
  • progressivo scurimento delle zone che prima erano chiare
  • mantello di aspetto secco ed opaco
  • forfora
  • otite ceruminosa
  • infezioni batteriche ricorrenti.

Nelle femmine i calori diventano meno apparenti o scompaiono del tutto. 

Va ricordato che ciascun animale che soffre di ipotiroidismo può presentare uno solo o una combinazione di questi sintomi.

La diagnosi

La diagnosi di ipotiroidismo si ottiene misurando il livello di ormone tiroideo (T4 totale) e di ormone tireotropo (TSH) nel sangue dell’animale.

Se entrambi risultano alterati la diagnosi è certa.

Se sono uno di questi risulta alterato e l’altro normale il test va ripetuto dopo alcuni mesi, poiché altre malattie o alcuni farmaci posso alterarne i valori anche in un cane con la tiroide sana.

La terapia

L’ipotiroidismo si cura somministrando una supplementazione di ormone tiroideo per bocca.

Dopo circa 4-6 settimane di cura viene prelevato un nuovo campione di sangue, per valutare se la dose di ormone tiroideo che il cane sta ricevendo è corretta o se va modificata.

Il prelievo di sangue di controllo va rigorosamente effettuato 3-4 ore dopo la somministrazione del farmaco.

Se il trattamento ha successo, si noterà una maggiore vivacità dell’animale già dopo due-tre settimane di cura, mentre la ricrescita del pelo e il miglioramento delle condizioni del mantello si dovrebbero rendere evidenti dopo circa due mesi.

I cani ipotiroidei necessitano di questa cura per tutto il resto della loro vita.

Il veterinario deve poi eseguire due volte all’anno un prelievo di sangue per controllare se il dosaggio dell’ormone è sempre corretto.

contatta struttura

Revisione a cura del Dott. Christian Ortalda Diplomato ECVD College Europeo di Dermatologia Veterinaria

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI

Parvovirus nel cane
Patologie

Parvovirus nel cane: cause, sintomi e cura

A te che hai a cuore la salute del tuo cane, sentir parlare di patologie come la Parvovirosi canina accende subito un allarme: pericolo di vita.
In questo articolo facciamo luce su cos’è questo virus, come comportarsi e come affrontare la sua prevenzione.

Leggi Tutto »
artrosi nel cane
Patologie

Osteoartosi nel cane

Una delle patologie più frequenti in particolare nel cane di taglia grande e gigante ma che può colpire anche taglie ridotte.
L’artrosi è causa di grande sofferenza nei cani, scopriamo di cosa si tratta.

Leggi Tutto »
idrocefalo cane
Patologie

Idrocefalo nel cane

L’idrocefalo è una grave malattia che colpisce soprattutto cani di piccola e piccolissima taglia. Scopriamo di cosa si tratta e come si può curare.

Leggi Tutto »