CIOCCOLATA TOSSICA PER I CANI

Cioccolata al cane e gatto: attenti agli effetti nocivi

Se il tuo cane ha mangiato della cioccolata è il caso di preoccuparsi, ma prima di farlo, scopri se è davvero in pericolo di vita oppure se rischia solamente un po' di mal di pancia.

Indice dell'articolo

Le nostre case sono frequentemente piene di cioccolata, spesso lasciata incustodita sul tavolo o in credenze aperte dove i nostri amici cani e soprattutto gatti riescono ad arrivare.

Chi resiste a lasciare in bella vista un mega uovo di cioccolata appena comprato o a un vassoio di cioccolatini?

cane ha mangiato i cioccolatini

Purtroppo però, tale alimento, contiene sostanze tossiche per i nostri animali e questo fatto va considerato con grande attenzione, perché potrebbe portare a morte dei nostri piccoli amici.

Cioccolata e tossicità in base al tipo

Il cioccolato contiene due alcaloidi:

  • la teobromina
  • la caffeina.

Queste sostanze, messe insieme, sono estremamente tossiche per diversi organi tra cui:

  • l’apparato gastroenterico
  • i reni
  • il cuore
  • il sistema nervoso

dei cani e dei gatti, i quali metabolizzano queste sostanze molto più lentamente rispetto all’uomo con conseguente aumento del livello di tossicità.

Più il cioccolato è puro maggiore è il pericolo.

Cacao e cioccolato fondente contengono il più alto tasso di teobromina mentre il cioccolato al latte e il cioccolato bianco il più basso.

La teobromina e la caffeina hanno entrambe una Dose Letale di 100 – 200 mg/kg, ma gravi segni clinici si possono osservare già a dosaggi inferiori.

Per i gatti le dosi sono ancora più basse!

Segni di tossicità sono descritti nei cani a partire dall’assunzione di 20 mg di teobromina ogni chilogrammo di peso corporeo.
Segni più gravi si iniziano a manifestare già dopo assunzione di 40-50 mg/kg.

Attenzione però, perché si sta parlando di sostanza tossica contenuta all’interno del cioccolato in base al tipo e non di cioccolata assunta.

Nel cacao ci sono da 0,6 a 1,8 g di teobromina ogni 100 g.

Tabella dosi pericolose di cioccolata per kg di peso del cane

Ecco quindi una tabella che riassume quanta cioccolata dovrebbe essere assunta per essere potenzialmente letale in base al tipo di cioccolato e al peso dell’animale.

tabella dosi letali di cioccolato cane
tabella di quantità potenzialmente letali di cioccolato cane, in base al tipo assunto.

Altro pericolo del cioccolato e sui preparati è la sua alta concentrazione di grassi che potrebbe anche provocare una pancreatite acuta che aggraverebbe il quadro clinico con:

  • dolore addominale
  • vomito incoercibile
  • diarrea.

Sintomi di avvelenamento da cioccolata e teobromine

Una piccola quantità di cioccolato potrebbe causare solamente un disturbo allo stomaco con sintomi come diarrea e vomito.

Una quantità maggiore comporterà effetti collaterali più seri, ma questo dipende anche dalla taglia del cane.

Se ti accorgi che il cane ha mangiato del cioccolato, non aspettare di vedere comparire sintomi, rivolgiti subito al veterinario che fornirà indicazioni su come procedere.

Anche perché i sintomi compaio dopo 6-12 ore dall’assunzione.

Inizialmente si manifestano:

  • vomito
  • diarrea
  • aumento della sete (polidipsia)
  • irrequietezza.

Se non si interviene la condizione progredisce con segni ancora più gravi:

  • iperattività
  • poliuria (aumento della quantità di urine prodotte)
  • atassia (incoordinamento)
  • tremori 
  • nei casi più gravi convulsioni
  • ipertermia 
  • coma.

Anche i gatti sono a rischio ma non sentono il sapore dolce, quindi sono molto meno invogliati dei cani a mangiarlo, ma se abbiamo a che fare con un gatto particolarmente “goloso” valgono le stesse considerazioni del cane.

Come prevenire l’intossicazione di cioccolata nel cane e gatto

Parrà banale, ma purtroppo non lo è.

Le sostanze tossiche come il cioccolato non vanno mai lasciate a disposizione e a portata di zampa e bocca di cani e gatti, ricordando che sono molto scaltri e riescono ad annusare a distanza i cibi, anche se ben confezionati.

cioccolato tossico per il cane

Quindi, chiudere a chiave gli armadi e non lasciare mai nulla a disposizione.

Alimenti come:

  • bustine del té (anche usate, che sono più gustose per loro)
  • caffè in polvere (comprese le cialde morbide usate)
  • cioccolato e cacao in polvere
  • barrette di cioccolato fondente
  • cioccolatini fondenti

sono da tenere sempre lontano di nostri animali.

Bibliografia

Fonte Aivpa

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI