cibi pericolosi per il gatto

Alimenti pericolosi per il gatto

Sai quali sono gli alimenti pericolosi per il gatto? Eccoti una lista di quelli che non devono mai far parte della sua dieta!

Indice dell'articolo

Se si decide di alimentare il gatto con una dieta fresca, oltre a doversi rivolgere a medico veterinario nutrizionista, è bene sapere quali sono i cibi che, certamente, non sono mai da somministrare.
È utile conoscerli anche per non lasciarli a disposizione del gatto che potrebbe rubarli da scaffali, tavola, spazzatura.

L’elenco che andremo ad analizzare non può essere completo: i cibi che possono causare problemi sono innumerevoli: nell’elenco cercheremo di indicare i più comuni o tipi di alimentazione da evitare.

Per la tossicità dell’alimento, è bene ricordare che è sempre in relazione alla dose o alla frequenza di somministrazione.

Cosa non dare da mangiare al gatto

  • Ossa: sminuzzate o intere, soprattutto se cotte, possono causare gravi lesioni all’apparato digerente. 
  • Cioccolato, caffè e the: caffeina, teofillina o teobromina sono tossici.
  • Avanzi e ritagli di grasso: se somministrati in eccesso possono favorire la pancreatite
  • Latte e derivati: benché piacciano molto ai gatti possono essere scarsamente digeriti da alcuni soggetti (in particolare se non abituati) che sono deficitari dell’enzima lattasi, provocando fastidiose diarree.
  • Albume crudo: contiene un enzima che riduce l’assorbimento di biotina, una vitamina del gruppo B.
  • Cipolle e aglio, cipollotti e verdure della famiglia delle aliacee: contengono sulfossidi e bisolfati che possono causare anemia
  • Uva e uvetta: in soggetti sensibili può provocare una reazione avversa che porta a insufficienza renale
  • Vitamine ad uso umano contenenti ferro: possono causare tossicità.
  • Avanzi di cucina: se utilizzati come dieta di base possono causare squilibri alimentari, in particolare avanzi di pasta, dolci ecc.
    Anche cibi avanzi base di carne o pesce, spesso hanno dentro spezie che sono irritanti per il gatto
  • Olive verdi con il nocciolo: i gatti adorano le olive verdi: Giocandoci, però, potrebbero ingerirle intere.
    Utilizzare solo quelle snocciolate, per evitare possibili ostruzioni.
  • Alcool: dannoso per il gatto, non lasciare che lecchi bicchieri con vino o altri alcolici.

Diete non adatte al gatto

Esistono poi abitudini non corrette in cui si tende a somministrare con continuità sempre lo stesso alimento, ecco gli errori più frequenti:

  • Dieta a prevalente composizione di tonno in scatola: destinato all’alimentazione umana, può causare carenze alimentari in quanto non bilanciata.
    Inoltre, sono spesso ricchi di sale alimento che, se in eccesso può provocare danni o esacerbare condizioni di ipertensione.
  • Cibo per cani utilizzato con frequenza: per il gatto è anch’esso sbilanciato e carente di sufficiente apporto proteico per quantità e qualità.
  • Dieta a prevalenza di fegato: la vitamina A in eccesso può nel tempo provocare problemi all’apparato muscolo scheletrico.
  • Dieta a prevalenza di pesce crudo: la carenza di tiamina (vitamina del gruppo B), di cui il gatto ha particolare necessità, può causare debolezza e sintomi nervosi, che nei casi più gravi possono portare addirittura alla morte.

In generale, una dieta corretta per il gatto deve essere bilanciata e formulata per le sue specifiche esigenze nutrizionali, considerando che il gatto è un carnivoro stretto.

Apporto prevalente di proteine di origine animale, fibre, grassi nella giusta quantità sono la combinazione corretta.

Hai bisogno di un nutrizionista per valutare o formulare la dieta per il tuo gatto?

contatta struttura vicina

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI

PIANTE TOSSICHE PER CANI E GATTI immagine evidenza
Emergenze veterinarie

Piante tossiche per cani e gatti

I nostri animali, soprattutto quando sono cuccioli (e quindi più vulnerabili) hanno il desiderio di scoprire il mondo e lo fanno assaggiandolo.
Se hai piante tossiche in casa il pericolo è proprio lì, accanto a loro!

Leggi Tutto »