granuloma eosinofilico nel gatto

Granuloma eosinofilico nel gatto

Le dermatiti eosinofiliche feline comprendono una serie di malattie cutanee del gatto caratterizzate dalla presenza di granulociti eosinofili all’esame microscopico delle lesioni. Sono la manifestazione di altra malattia sottostante. Vediamo di cosa si tratta

Indice dell'articolo

Cos’è?

Il complesso granuloma eosinofilico del gatto è costituito da tre differenti malattie cutanee che vengono raggruppate insieme:

  • ulcera indolente
  • placca eosinofilica
  • granuloma lineare

Ulcera indolente

L’ulcera indolente è una lesione ulcerativa monolaterale o bilaterale sul labbro superiore.

Placca eosinofilica

La placca eosinofilica è una lesione cutanea arrossata, ulcerata e pruriginosa (i gatti tendono a leccarsi molto questa lesione), di forma ovalare o lineare, localizzata prevalentemente:

  • sull’addome
  • sulla faccia interna delle cosce
  • sulle zampe

anche se non è infrequente osservarla in altre zone cutanee.

Granuloma lineare

Il granuloma lineare è una lesione giallo-biancastra lineare, in alcuni punti rilevata e dura, a volte molto pruriginosa, localizzata lungo il margine posteriore della coscia.

Meno frequentemente si può osservare un rigonfiamento duro del mento, delle labbra o in bocca.

Il complesso granuloma eosinofilico del gatto non è una malattia vera e propria, piuttosto si tratta di una particolare tipo di reazione che il gatto sviluppa nei confronti di differenti cause.

Cause

Le cause più frequenti sono:

Trattamento

Poiché il complesso del granuloma eosinofilico del gatto non è una malattia vera e propria, non esiste un’unica cura.

Se si è a conoscenza dei fattori scatenanti queste lesioni, è opportuno correggere queste malattie sottostanti.

A questo scopo il veterinario curante può somministrare antibiotici, o prescrivere una dieta ipoallergica o eseguire un test per la diagnosi dell’allergia ambientale.

Nei casi invece in cui la causa non sia stata identificata, le possibilità terapeutiche sono la somministrazione di:

  • cortisone
  • ciclosporina
  • la rimozione chirurgica tradizionale – col laser o con la criochirurgia.

In questi casi, comunque, la recidiva è sempre possibile.

Segui il webinar sulle dermatiti nel cane e gatto.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI

pulci nel cane e gatto
Dermatologia

Pulci nel cane e gatto

Le pulci nel cane e gatto sono parassiti estremamente diffusi il cui trattamento va protratto per tutto l’anno. Vediamo come riconoscerle e trattarle in questo articolo

Leggi Tutto »