Cerca
Close this search box.
alito cattivo gatto cause

Alito cattivo nel gatto: da cosa è causato?

Adori il tuo gatto, ma ultimamente ha un alito che stenderebbe chiunque: da cosa potrebbe essere provocato? Scopriamolo insieme.

Indice dell'articolo

L’alitosi, è un problema di frequente riscontro nel gatto e il Veterinario è spesso consultato per porvi rimedio.

Cause di alito cattivo nel gatto

Placca e tartaro

La causa più comune di alitosi è la placca sui denti, facilmente riconoscibile per il tipico colorito marrone alla base dei denti, soprattutto premolari e molari, o nei casi più gravi canini e incisivi.

La placca è formata da batteri che proliferano anche grazie a particelle residue di cibo e saliva. È lei a provocare il caratteristico odore sgradevole alla bocca del gatto.

La placca si trasforma velocemente in tartaro, una concrezione che incrosta il dente.
Il tartaro non è presente solo sulla parte esterna del dente (quella visibile), ma si insinua anche al di sotto della gengiva, creando uno spazio (sacche gengivali) tra il dente e il colletto gengivale.

Questa condizione crea, oltre a infiammazione della gengiva anche una instabilità del dente che, a lungo andare prima traballa e poi cade.

È molto importante, dunque, non temporeggiare e seguire invece il consiglio del Veterinario, in quanto una igiene orale trascurata non solo peggiorerà il problema dell’alitosi, ma porterà gengiviti e malattia periodontale con eventuale caduta dei denti.

L’infiammazione cronica orale con proliferazione batterica è stata dimostrata essere causa di problemi alle valvole cardiache e al sistema urinario.

Ipersensibilità alla placca

Altre cause di alito cattivo nel gatto possono essere favorite da una particolare ipersensibilità alla placca in gatti predisposti che causa una gengivite linfocitico plasmacellulare con coinvolgimento di tutta la bocca, oltre a malattie virali croniche come la FIV e la FeLV, che causano immunosoppressione.

Insufficienza renale

L’insufficienza renale, comune nel gatto in forma cronica, può causare cattivo odore alla bocca, di tipo urinoso, oltre a un anormale sete e frequenza di orinazione.

Traumi e corpi estranei

Infezioni da traumi o corpi estranei della bocca o dell’esofago possono provocare cattivo odore legato soprattutto alla presenza di coinfezioni batteriche.

Altre cause di alito cattivo nel gatto

L’alitosi può essere provocata anche da:

  • gravi infezioni polmonari
  • malattie debilitanti quali tumori
  • diabete 
  • alcune patologie auto immuni.

Come curare l’alitosi nel gatto

Se il tuo gatto ha l’alito cattivo, la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio medico veterinario che possa accertarsi della reale causa.

In caso il problema sia legato al tartaro, la soluzione è semplice: effettuare la detartrasi in anestesia generale (con anestesia gassosa) e un ricovero di qualche ora in day hospital.

Negli altri casi, un’accurata visita dal veterinario potrà diagnosticare il problema.

In ogni caso, l’alitosi va approfondita e trattata al più presto, in quanto può essere il sintomo di un problema importante di salute dell’animale.

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI

Scopri i centri BluVet più vicini a te, che aderiscono all'iniziativa!

Per tutto il mese di Aprile, BluVet aderisce alla campagna di prevenzione e protezione contro i parassiti.

Scopri i centri BluVet più vicini a te che aderiscono all'iniziativa!

Per tutto il mese di Dicembre, BluVet aderisce alla campagna “Operazione  Denti Puliti”