Ospedale Veterinario San Concordio

san concordio logo (1)
L’Ospedale Veterinario San Concordio di Lucca è il primo Ospedale Veterinario privato nato in Toscana. Nel giugno 2005 ha aperto le sue porte grazie all’esperienza pluriennale dei soci fondatori e alla collaborazione di più medici veterinari liberi professionisti
Seguici sui social

Ospedale veterinario san concordio - lucca

foto di gruppo san concordio orizzontale

L’Ospedale Veterinario San Concordio di Lucca è il primo Ospedale Veterinario privato nato in Toscana.

Nel giugno 2005 ha aperto le sue porte grazie all’esperienza pluriennale dei soci fondatori e alla collaborazione di più medici veterinari liberi professionisti.

Sempre operativo 24 ore su 24 con personale medico sempre presente ogni giorno dell’anno.

Pronto soccorso veterinario a Lucca

La struttura è in grado di offrire un servizio di medicina d’urgenza, con:

Il servizio è accessibile giorno e notte con servizi di ospedalizzazione se necessaria, assistita da personale medico nell’arco delle 24 ore.

Il Pronto Soccorso è presidiato anche da personale amministrativo sempre presente e in grado di accogliere il proprietario e assisterlo nella parte burocratica nel migliore dei modi h24 365 giorni l’anno.

L’urgenza viene valutata e decretata grazie al “triage” eseguito da personale esperto. Le urgenze hanno la precedenza su tutte le altre visita ed è consigliato avvisare telefonicamente prima di arrivare.

Chirurgia ortopedica veterinaria

Presso il nostro centro San Concordio si effettuano interventi di chirurgia:

Anestesista

Presso l’Ospedale Veterinario San Concordio, è presente la figura del Medico Anestesista, figura che con prudenza, diligenza e perizia, gestisce personalmente tutte le fasi di quel delicato percorso che il proprietario e il proprio animale si trovano ad affrontare quando si rende necessaria un’anestesia.

Anestesia Loco Regionale

All’Ospedale Veterinario San Concordio le semplici tecniche di anestesia locale vengono ampiamente utilizzate, associandole sempre quando possibile alle procedure mediche, chirurgiche o d’urgenza, con estremo beneficio per i pazienti sia coscienti che in anestesia.

Le tecniche loco-regionali centrali (Epidurale, Spinale) vengono messe in atto solo dopo attenta selezione del paziente e con ogni precauzione e cautela

In particolare:

  • l’esecuzione è affidata ad un medico anestesista competente ed esperto non solo in ambito anestesiologico generale e specifico, ma anche nelle tecniche di emergenza e rianimazione, che avrà a sua disposizione i materiali, i farmaci e le attrezzature migliori;
  • il medico anestesista all’atto della visita prechirurgica valuterà approfonditamente il tuo animale, così da capire non solo se la tecnica è praticabile, ma se è davvero, sotto tutti i punti di vista, la scelta migliore per lui, quella in grado di aumentarne più di ogni altra la salute ed il benessere peri-operatori (sulla bilancia, il peso degli effetti collaterali dovrà essere trascurabile rispetto all’effettivo beneficio!).

Attualmente utilizziamo soprattutto la tecnica epidurale in singola somministrazione (riservando la tecnica spinale ed il posizionamento di cateteri epidurali a casi particolari selezionati), per esempio in chirurgie dei tessuti molli perineali:

  • uretrostomia
  • ernia perineale
  • exeresi di neoformazioni perianali e rettali
  • vulvo-plastica
  • prolasso rettale
  • caudectomia per motivi sanitari, ecc.

Chirurgie di tessuti addominali:

Per interventi a carico del treno posteriore:

  • asportazione di neoformazioni
  • sutura di ferite, ecc.

Chirurgie ortopediche:

  • osteotomia livellante del piatto tibiale (TPLO)
  • avanzamento della tuberosità tibiale (TTA)
  • duplice osteotomia pelvica (DPO)
  • interventi correttivi sulla rotula
  • osteosintesi di fratture, ecc.).

Le tecniche loco-regionali periferiche stanno ricevendo uno spazio meritatamente sempre più ampio nella routine anestesiologica dell’Ospedale Veterinario San Concordio: in effetti, questo è imputabile soprattutto alla nostra forma mentale, sempre volta a “scoprire”, imparare ed introdurre tecniche e presidi farmacologici innovativi, in grado di migliorare la prestazione medica, aumentarne la sicurezza e salvaguardare la salute ed il benessere del paziente (e non solo nel campo dell’anestesia e della terapia del dolore).

Al momento le tecniche periferiche vengono usate con ottimi risultati nell’ambito della:

  • chirurgia oftalmica
  • odontostomatologica, nonché in
  • interventi a livello di tronco ed arti.

Utilizzando il neurostimolatore, vengono realizzati blocchi a livello di arto anteriore (blocco del plesso brachiale classico e paravertebrale, blocchi distali) e posteriore (blocco del plesso lombo-sacrale, del nervo sciatico, di quello femorale, ecc.), elevando il livello e la qualità dell’anestesia/analgesia loco-regionale offerta dalla nostra struttura.

Risultati sorprendenti in termini di analgesia, recupero e comfort post-operatorio li otteniamo poi nei pazienti ospedalizzati dopo interventi toracici o demolitivi particolarmente dolorosi (es. lobectomie polmonari, amputazione di arti, asportazione di grossi tumori infiltranti, ecc.) grazie al posizionamento, in cavità toracica o a livello delle ferite chirurgiche, di cateteri per la somministrazione protratta di anestetici locali.

Gli effetti sulla qualità della vita e sul benessere di questi nostri pazienti (stato emotivo, assunzione di cibo ed acqua, ripresa delle grandi funzioni organiche, ecc.), in un periodo solitamente così difficile per l’animale, sono davvero straordinari e professionalmente e umanamente estremamente appaganti.

Il tuo carlino respira bene?

Presso il nostro Ospedale è presente un reparto dedicato ai cani brachicefali, per valutare le sue prime vie aeree e le complicanze che la loro anatomia porta con se.

Grazie a endoscopisti esperti, siamo in grado di effettuare diagnosi, stadiazione e risoluzione chirurgica della Sindrome Brachicefalica (BAOS) patologia particolarmente invalidante che colpisce i brachicefali estremi, a causa della conformazione delle prime vie respiratorie.

Oncologia veterinaria a Lucca

L’oncologia veterinaria è una branca della medicina veterinaria che va acquistando sempre maggior importanza nella pratica clinica di tutti i giorni. Importanza legata anche al nuovo ruolo che ha assunto il pet nell’ambito della famiglia, da animale domestico a vero e proprio membro della famiglia.

Il ruolo del medico veterinario oncologo è quello di saper indirizzare correttamente i proprietari ad affrontare la malattia del proprio animale nel migliore dei modi, sia da un punto di vista terapeutico che da un punto di vista prognostico.

La diagnosi di neoplasia si basa su:

  • una accurata valutazione clinica
  • supportata da esami di laboratorio
  • dalla diagnostica per immagini (esame radiografico, ecografico ed eventualmente TC).

Per la diagnosi definitiva ci si avvale normalmente dell’esame citologico o bioptico dei tessuti patologici sui quali si possono eseguire un gran numero di colorazioni anche con anticorpi specifici (immunoistochimica).

Per alcuni tipi di tumore la chirurgia, dopo un’attenta valutazione del soggetto, rappresenta ancora la prima scelta e può essere considerata curativa.

Per altri tipi di neoplasie questo non vale e spesso alla chirurgia, quando fattibile, devono essere associati altri trattamenti, si parla allora di approccio multimodale al tumore.

Questi trattamenti sono solitamente la chemioterapia, la radioterapia, una combinazione delle due oppure le nuove terapie a bersaglio molecolare (inibitori delle tirosinkinasi) o la chemioterapia metronomica.

Spetta all’oncologo, insieme al proprietario, stabilire la strategia migliore per il pet.

Infatti anche in veterinaria si cerca sempre di più di creare dei protocolli “cuciti” sul pet per quel determinato tipo di neoplasia

L’ospedale Veterinario San Concordio si sposta

Per offrire un servizio sempre più all’altezza delle aspettative del paziente l’Ospedale San Concordio a breve si sposterà in una nuova sede in Via Ingrillini 67, dove i proprietari troveranno strumenti di diagnostica avanzata come la TC e la Risonanza Magnetica.

Locali ampi e rispettosi delle necessità dei pazienti e delle loro diverse esigenze di specie, con uno sguardo verso l’ambiente e la sua sostenibilità, il nuovo Ospedale San Concordio BluVet sarà il punto di riferimento per la medicina d’eccellenza in Toscana.

Informazioni di contatto

DIRETTORE SANITARIO Dott. Alberto Battini ISCR. ORDINE DI LUCCA N. 318
P.IVA 2605200464 Autorizzazione Sanitaria N. 71 –  Asl. 2 Lucca.

I MEDICI VETERINARI